In questo video vi illustriamo quali saranno i prossimi contenuti che pubblicheremo sui nostri canali con l’obiettivo di chiarire come effettuare una applicazione pratica di Phast Therapy (Photo Anabolic Stimulation) all’interno di un tessuto tendineo articolare.

Vogliamo supportare in modo pratico i fisioterapisti affinché l’applicazione con la laserterapia ad alta potenza Laserix venga effettuata nel miglior modo possibile, in maniera tale da poterne esaltare i risultati clinici e istologici sia nell’ambito di un trattamento finalizzato al controllo dell’edema (antiedemigeno), sia ad un trattamento più orientato verso un controllo dell’infiammazione cronica (antinfiammatorio) e per finire anche come enfatizzare un trattamento rendendolo duraturo nel tempo attraverso la Photo Anabolic Stimulation di cui Laserix è il cardine a livello terapeutico.

 

Lo scopo di questi video sarà rendere il trattamento con la laserterapia ad alta potenza assolutamente ripetibile e indipendente dall’operatore.

Baseremo i nostri ragionamenti sui parametri:
– frequenza di emissione
– frequenza di pulsazione dell’impulso laser
– certezza della dose terapeutica

La certezza della dose e la facilità nell’utilizzo ci permetterà di eseguire trattamenti con laserterapia ad alta potenza Laserix assolutamente operatore indipendente.

L’assoluto vantaggio che ci permette Laserix è di poter effettuare trattamenti in modalità automatica, in assoluta assenza di un possibile o probabile effetto collaterale dovuto al Termal Effect.

Condivideremo insieme quali sono le finestre ottiche più idonee per applicare in maniera corretta la laserterapia ad alta potenza Laserix, in modo tale da darvi certezze operative su cui non potete avere margine di errore.

Il trattamento di una tendinopatia o di una patologia degenerativa articolare potrà così essere gestito nel miglior modo possibile anche con un un paziente che vedete per la prima volta in ambulatorio.

L’ampia versatilità dell’apparecchiatura Laserix permette agevolmente dei trattamenti manuali, quindi dei trattamenti in cui la dose erogata al tessuto calcolato in Joule per centimetro quadrato può essere somministrata tranquillamente in modalità manuale.

Un altro grande vantaggio della terapia Laserix (sempre parlando della modalità operativa più legata all’operatore, quindi più manuale) è quella di poter conferire al nostro paziente in fase acuta un effetto antalgico in pochi secondi.

L’ampiezza dello spot dell’emissione del raggio laser tipico dell’apparecchiatura Laserix permette quindi un trattamento sicuramente più ampio rispetto ad altre apparecchiature di laserterapia ad alta potenza, diminuendo ovviamente i margini di errore a cui tutti dobbiamo far fronte durante la nostra pratica clinica ambulatoriale.

Vi terremo costantemente informati sulle evoluzioni scientifiche che possono portare a un miglioramento dei tempi e dei modi di trattamento in collaborazione con l’Istituto di Medicina dello Sport di Bologna.

Dott. Stefano Vanzo

 

PRENOTA SUBITO LA TUA DEMO GRATUITA

11 + 6 =

VUOI MAGGIORI INFO?

7 + 1 =

ALTRI ARTICOLI SULLA LASERTERAPIA